02

Mag

Quella volta in cui ho detto “non lo farò mai”

 

 

Faccio collezione dei miei esempi di volubilità. Tu quante volte hai detto “non lo farò mai” e poi l’hai fatto?;)

 

– Non mi rimetterò più a scrivere…(eccomi)
– Basta non mi rimetterò mai più a studiare (e dopo laurea triennale, magistrale, esame di stato, scuola di psicoterapia, pensi a quale master in sessuologia iscriverti)
– Non mi sposerò mai (ho la fede al dito)
– Non leggerò mai libri fantasy (ho letto da Harry Potter ad Hunger Games, Lo Hobbit, Cronache del ghiaccio e del fuoco…)
– Non farò mai la psicologa clinica, farò criminologia (venite a trovarmi nel mio studio 😉)
– Non mangerò mai più da Mc Donald (e poi ti ritrovi in una carissima città europea e tu sei uno studente squattrinato)
– Non berrò mai più Coca Cola (e poi ti ritrovi assetata ad agosto in una favela brasiliana  e non oseresti bere mai l’acqua che ti offrono….ma anche qui mai dire mai!)
– Non riuscirei mai a stare con mio fratello lontano…(be questo forse è ancora vero…)
– Non lavorerei mai più per quello lì!…
– Non metterei mai quella roba addosso…
– Ma figurati se uscirei con quello lì…

 

 

La coerenza forse è sopravvalutata, in fondo la volubilità è affascinante e non annoia. 
Credo che si debba mantenere la parola data all’altro, forse anche a costo di essere ridicoli: la mia parola per gli altri deve essere promessa, ma con noi stessi invece…possiamo contraddire noi stessi qualche volta, no?!
Spesso è meglio lavorare sull’integrazione e sulla complessità delle nostre contraddizioni che fare i puristi. Io ad esempio sono l’animale più socievole ed allo stesso tempo solitario che conosca, e non ho mai pensato di descrivermi come una persona “semplice”.

Che ne è di te e delle tue contraddizioni? Che sia il momento di farci pace?!

 

Pin It
Seguimi via social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Condividere è Gentile!