25

Giu

IoPerMe

 

Tra le cose che più spesso sento dire c’è “Dovrei avere più autostima”. Tu l’hai detto o pensato qualche volta? 

 

Questo è un tema che riguarda ciascuno di noi. Perché Autostima è conoscere il proprio valore, la propria dignità, la propria unicità in qualità di persona, accogliere anche ciò che consideriamo limiti e debolezze. E’ la percezione del mio vero essere!

 

Come riconosci di non avere autostima?
Se hai la sensazione di valere poco o nulla; ma anche se sei vittima del perfezionismo! Se hai difficoltà ad accettare complimenti, se non riesci ad essere spontaneo/a come vorresti. Se hai la sensazione di essere inferiore o superiore agli altri.

 

Da dove ha origine la nostra base di autostima?
Un bambino sviluppa una forte autostima se può essere accettato esattamente così come è, se viene visto dai genitori nella sua unicità, se nelle relazioni importanti dell’infanzia i suoi sentimenti sono rispettati, se riceve fiducia nella vita e in se stesso. Se non impara che l’affetto va meritato a colpi di stima!
Quando un bambino sviluppa una scarsa fiducia originaria, cioè non vive questa esperienza di accettazione incondizionata, diviene esageratamente autocritico: dubita di se stesso, delle proprie capacità e del suo essere accettato da parte degli altri.
Ci sono poi anche esperienze che possono intaccare la nostra autostima da adulti, ad esempio se viviamo situazioni di svalutazione profonda.

 

Si può fare qualcosa per lavorare sull’autostima? 

Indipendentemente da come è trascorsa la nostra infanzia ognuno di noi ha il compito e la possibilità di sviluppare una sana autostima. 

Dovremmo arrivare a scoprire che: ciò che sono è più del risultato della mia storia, più del risultato della mia educazione e pure più del mio lavoro su me stesso: è qualcosa di divino, un mistero, è una dignità che ci è stata donata venendo alla vita e non dipende da ciò che facciamo. 

E’ il dono di Me che sono un essere prezioso e degno di stima.

 

 

Come possiamo lavorarci insieme:

Alleniamoci insieme per 10 giorni. Ti invito a dedicare un po’ di tempo ogni giorno a te stesso e alla costruzione di una più efficace immagine di te, metterti alla prova per cogliere e accogliere chi sei. 


Ogni giorno dal 1 luglio sui miei canali social (Instagram e Facebook) ti darò una piccola sfida che ti aiuterà a lavorare sul tema. Quello che devi fare ora è Cliccare segui sul mio profilo e aspettare l’inizio! 
Ah 
invita anche chi pensi ne possa usufruire a partire insieme a te ;)!


Ti aspetto, 

Roberta

 


Piccola nota se te lo stai chiedendo…
Perché lo offro gratis come altre challenge che ho proposto in passato? 
1. Credo che il bene genera bene. Ciò che io dono mi verrà restituito in altre forme, e in mille modi, ne sono certa.
2. Voglio divulgare contenuti psicologici di qualità perché le persone li conoscano, comprendano come la psicologia possa essere utile a tutti. Poi questo potrà  portare magari a decidere di beneficiare di una consulenza psicologica o di un percorso ad hoc.
3. Quando ti offrirò dei percorsi a pagamento mi avrai già conosciuto e saprai se posso fare per te, avrai anche scoperto che il dato economico che leggerai è il corrispettivo del mio lavoro, non la mia mission.

Pin It
Seguimi via social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Condividere è Gentile!