14

Dic

Dear Santa…

Roby&SantaChi l’ha detto che bisogna essere piccoli per scrivere la lettera a Babbo Natale?! Una volta ho letto che non possiamo cambiare la nostra infanzia, ma possiamo scegliere come vivere la seconda, è stato illuminante! come quando leggi qualcosa che è esattamente quello che senti, ma che non avresti mai descritto così bene!

Questo natale vi invito a guardavi intorno con gli occhi di un bambino, del resto è la festa di un Bambino il Santo Natale …e perché non iniziare da ora: prendete carta e penna e sintonizzatevi sui vostri desideri, che è un ottimo esercizio!

 

Dear Santa,
si sono ancora io, l’espressione è più o meno perplessa come l’ultima volta che ci siamo visti, scusami, ma da piccola odiavo mi venisse detto: “abbraccia/bacia”! Ora che so cosa porti, se vuoi un abbraccio, te lo do volentieri, vieni a prenderlo! 
Ah ti lascio anche latte e biscotti, ma io in casa ho solo quello senza lattosio, abbi pazienza lo so che sembra acqua bianca.
Non so se mi sono comportata molto bene questo anno, nel dubbio inizio scrivendoti la frase con cui confondo mio marito “no tranquillo non mi serve niente/non mi piace niente”, quando in realtà comprerei pure i manichini.
Siccome son sempre molto indecisa per ora non ti voglio chiedere qualcosa per me, ti scrivo per conto di altri, ma se hai un catalogo da mandarmi o un applicazione in cui scegliere, qualcosa trovo!

 

etter-notebook-dear-santa-photo-bokeh-lights-pencil-hd-wallpaper

 

Ti vorrei chiedere di portare un po’ di stoffa a tutti quelli che portano il risvoltino sui pantaloni e un paio di cuffie e microfono da tenere vicino alla bocca per tutti quelli che mi fanno sentire per strada o nei mezzi, i messaggi vocali che ricevono!
Se puoi porta un improvvisa voglia di smettere di fare politica e di darsi al volontariato a Salvini. 
A mio marito porta tanta pazienza (fidati gli servirà il 2016 è lungo) e anche un trolley nuovo, il vecchio l’ha consumato.
Porta al mio amico Ivano uno scaffale per tazze come quello di Luke in Gilmore Girls.
Alle mie amiche mamme porta un orologio magico con tanto tempo per loro stesse e tanto tempo di gioco libero con i loro bimbi. Porta nell’ Oratorio L’Astrolabio tante risate per i bambini che lo frequentano, sogni e coraggio per gli adolescenti, tante haribo e coca cola per i frati che vivono lì.
A quelli che conosco che sono eterni insoddisfatti se puoi porta un uragano di leggerezza, so che è impegnativo, vedi quello che trovi.
In ultimo potresti far trovare alla mia famiglia un cenone per la vigilia a casa mia? perché mia madre arriva giusto in tempo e quindi non cucinerà lei, io non ce la posso fare, al più puoi anche lasciarmi Carlo Cracco sullo zerbino di casa, mi sacrifico per la famiglia a dargli una mano.
Mi allargo eh… dai porta una vagonata di sorrisi a tutte le persone a cui voglio bene!

Buon viaggio Santa, che invidia!

 
img_5082

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.