12

Ott

COME NON DIMENTICARE DI ESSERE FELICE


Ci sono quei giorni in cui ti svegli e fuori è grigio, devi consegnare un lavoro importante e sei in ansia, il latte scotta perché te lo sei scordato nel microonde, ti cadono le cose mentre ti trucchi, non sai cosa metterti e l’orologio gira vorticosamente: sei pure in ritardo.
Ecco, quelli sono quei giorni in cui magari non hai un motivo forte per cui la tristezza possa prendere il sopravvento, ma lasci che lo faccia.
In uno di quei giorni, ho deciso che non potevo sopravvivere all’autunno con lo stesso umore delle foglie che sanno che quella è la giornata in cui inesorabilmente cadranno. Dovevo trovare un modo per lasciare alla giornata la possibilità di sorprendermi, per consegnare al mio cuore una proposta di felicità.
Così, in un lotta corpo a corpo con la malinconia autunnale, ho deciso di ri-sottopormi ad un piccolo esercizio che faccio ogni volta che perdo di vista la Vita e mi perdo nella fatica delle mie piccole cose, ogni volta che guardo ai miei piedi immobili e non alzo la testa a guardare l’orizzonte.
Quaderno alla mano, ogni giorno per 7 giorni, mi appunto 3 motivi per cui essere grata a quella giornata.
Se il primo giorno è difficile perché è iniziato come ho descritto sopra, la notte del secondo fisso il soffitto a letto e non ho ancora segnato niente, ma al quarto inizio a girare con gli occhi aperti e il cuore disponibile: una inaspettata chiacchierata con la ragazza alla cassa della libreria, sarà questa la cosa di cui essere grata oggi? i complimenti dell’anziano incontrato, sarà questo che scriverò? mio marito mente dicendomi che fuori c’è il sole per farmi alzare di buon umore, sarà questo che appunterò?
Abbiamo bisogno di allenarci alla felicità e ri-allenarci a ringraziare a fine giornata, cuore e sguardo devono rimettersi in moto, questo piccolo esercizio funziona…
Ma non credetemi…provatelo!;)

 

d28cc328915511448dc833ad485945f3

Questo è l’ultimo mio piccolo diario della Gratitudine:

3 cose di cui essere grata oggi.
Giorno 1
Per il sogno di D. realizzato.
Per la chiacchierata con C. che mi ha occupato la mattinata inaspettatamente e piacevolmente.
Per i biglietti da viaggio arrivati via email, a natale saremo insieme!


Giorno 2
Per la possibilità di stare tra coppie e crescere.
Per la palestra che mi fa stare con me, vedermi più forte e più energica.
Perché ho sentito il Tuo sguardo su di me.

Giorno 3
Perché insieme la giungla del sabato mattina al centro commerciale è un percorso di risate.
Per i pop corn e il cinema.
Per le lacrime di commozione.

Giorno 4
Per gli abbracci e i sorrisi in Chiesa.
Per la prima tisana autunnale io e te.
Per le meravigliose scarpe nuove.

Giorno 5
Per i chicchi di melograno.
Per quando ho perso la cognizione del tempo in libreria.
Per la nostra serata di relax: il programma preferito alla TV (Pechino Express),  tisana e plaid.

Giorno 6
Per le risate in palestra per essere sopravvissuta quasi a tutti i di tentativi di farmi cadere.
Per la pace della preghiera, quando ti imponi di fermarti proprio tanto più ai più cose da fare.
Per la musica e l’Amicizia.

Giorno 7
Per i minuti in più a letto suonata la sveglia, perché è così bello stare insieme a letto mentre sentiamo che fuori piove.
Per la voglia di scrivere.
Per la mia cena a lume di candela con me stessa.

 

536699_358726217498712_110809658957037_867358_1144628058_n

Pin It

3 thoughts on “COME NON DIMENTICARE DI ESSERE FELICE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.